Dopo aver divorziato da Aie nel 2011 gli editori indipendenti si ritrovano e costituiscono ADEI.

Associazione

Degli

Editori

Indipendenti

I principali obiettivi dell'associazione sono: combattere i canali preferenziali dei grandi editori e ridurre gli sconti massimi sui libri dal 15% al 5% modificando la Legge Levi.

L'associazione nasce dalla fusione di tre realtà attive: Odei (osservatorio degli editori indipendenti), gli Amici del Salone di Torino che si sono costituiti a sostegno dell'evento piemontese, e Fidare, un'associazione che raggruppa piccoli editori indipendenti.

Quello che appare evidente è che le concentrazioni editoriali, il significativo controllo di tutte le parti della filiera da parte dei grandi gruppi editoriali, la mancata attuazione di una nuova legge per il libro, he regolamenti in modo più significativo gli sconti, al fine di recuperare margini economici e di azione per tutti gli operatori, non hanno fatto crescere la lettura in Italia, non hanno favorito lo sviluppo del mercato nel suo insieme, né tanto meno la vita delle librerie indipendenti (molte, infatti, hanno dovuto chiudere in questi anni).

Il mercato stesso del libro va ripensato e reso più equilibrato e democratico per salvaguardare il pluralismo culturale.

Trenta e lode è da sempre al fianco degli editori indipendenti e con l'occasione vogliamo fare gli auguri alla neonata associazione. Speriamo di poter lavorare insieme per una filiera editoriale al passo con i tempi e che dia soddisfazione a tutti gli operatori.

Per saperne di più Futura News

Immagine